Torre Faro terra di mare sole e mito

Torre Faro, situata all’estremità nord-orientale della Sicilia, è un incantevole terra che incarna la magia del mare, del sole e del mito. Questo pittoresco borgo marinaro, affacciato sullo Stretto di Messina, è celebre per le sue acque cristalline, le spiagge dorate e la vista mozzafiato sul mare. Torre Faro è, quindi, un luogo ideale per gli amanti della vacanza, soprattutto quella estiva, visto che il villaggio offre una varietà di attività e luoghi imperdibili che rendono il soggiorno indimenticabile.

Da non perdere le spiagge e le visite al Pilone ed al Faro

Le splendide spiagge di Capo Peloro sono perfette per rilassarsi sotto il sole e fare un tuffo nelle acque cristalline dello Stretto di Messina. Gli appassionati di snorkeling e immersioni troveranno qui un vero paradiso, grazie alla ricchezza della fauna marina. Da non perdere l’occasione – ove possibile – di visitare il “Pilone” di Torre Faro, una struttura iconica che offre una vista mozzafiato sullo stretto e sulle coste calabre. Il Faro, simbolo del villaggio, guida i naviganti e illumina le notti stellate, creando un’atmosfera unica che mescola il fascino antico con la bellezza contemporanea della natura.

La Riserva Naturale Orientata della Laguna di Capo Peloro

Per gli amanti della natura, una passeggiata nella Riserva Naturale Orientata della Laguna di Capo Peloro è d’obbligo. Al suo interno, con i laghi di Torre Faro e di Ganzirri, è possibile ammirare una grande varietà di specie di uccelli e piante. La fauna è rappresentata soprattutto da uccelli migratori come aironi, poiane, anatre oche, falchi pescatori, gru, cormorani e, perfino, una Egretta Gularis, una varietà di garzetta africana molto rara in Italia. Attorno ai laghi, invece, si sviluppa una variegata vegetazione spontanea fra oleandri, palme, canne, papiri, centaurea deusta subsp. divaricata (nota come “fiordaliso cicalino”), anthemis peregrina (detta camomilla pellegrina), hypecoum procumbens (“cornacchina comune”), della quale restano pochi esemplari solo nell’areale di Ganzirri, e specie rare come cynanchum acutum. (“Crisciola”).

Torre Faro luogo intriso di leggende e storia

Ma Torre Faro è anche un luogo intriso di leggende e storia. Si narra che qui le onde abbiano visto il passaggio di Ulisse e dei suoi marinai, rendendo questa terra non solo un paradiso naturale, ma anche un crocevia di racconti epici. Quella di Scilla e Cariddi, poi, è una storia piena di passione, amori non corrisposti, feroci vendette e un drammatico epilogo, che narra delle gesta mitologiche di dei e mortali nello specchio d’acqua che separa Torre Faro (Cariddi) dall’omonima cittadina di Scilla. È la storia di Scilla, ninfa dalla bellezza sconvolgente, trasformata dalla maga Circe nell’orrendo mostro che per secoli, secondo la leggenda, ha funestato le acque dello Stretto insieme a Cariddi, devastante creatura marina, creata da Zeus, capace di ingoiare e rigettare l’acqua del mare per tre volte al giorno, causando mortali vortici.

La cucina locale con i suoi piatti tipici

A Torre Faro, infine, non si può non assaporare la cucina locale, con piatti tipici come la granita, i cannoli e le specialità a base di pesce fresco, in uno dei bar e dei ristoranti affacciati sul mare. Torre Faro è proprio la terra del mare, del sole e del mito, una destinazione, in conclusione, che combina bellezza naturale, cultura e gastronomia, rendendola perfetta per un’estate indimenticabile.

No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...