I siciliani Broccio e Caruso ai vertici del rugby italiano.

La Serie A Elite Cup

I siciliani Broccio e Caruso ai vertici del rugby italiano, in campo il 13 gennaio scorso, a Vicenza, dove si è giocata la partita di rugby tra la locale squadra Rangers Vicenza e la formazione romana delle Fiamme Oro. Il match si inserisce nell’ambito della “serie A Elite Cup” che vede la partecipazione di cinque squadre militanti nel massimo campionato italiano di rugby: Sitav Rugby Lions, HBS Colorno 1975, Mogliano Veneto Rugby, Rangers Rugby e la più “meridionale” (nota dolente) del torneo, appunto la G.S. Fiamme Oro Rugby Roma , società collegata alla Polizia di Stato.

L’incontro

L’incontro, dal punto di vista agonistico, ha avuto poca storia, poiché ha visto la formazione veneta dilagare e con un punteggio di 77 a 12; nonostante il risultato, tuttavia, ha dichiarato il coach Daniele Forcucci “siamo orgogliosi dei nostri ragazzi che hanno fatto una buona prova, si sono sacrificati in campo e hanno comunque lottato fino alla fine: gran parte di loro era all’esordio in prima squadra. I nostri avversari hanno schierato un team con molti giocatori, che attualmente giocano in campionato. I nostri ragazzi hanno fatto un’esperienza molto formativa e che li ha aiutati a capire cosa significasse giocare ad un livello superiore. Nella prossima partita con Colorno avremo più tempo e più giocatori per preparare al meglio l’incontro. Sono dispiaciuto per il punteggio così pesante che i ragazzi non meritavano e questo sarà il nostro obiettivo per il prossimo match».

Un test per i giovani della G.S. Fiamme Oro Rugby Roma

L’incontro è stato, infatti, il “banco di prova” di giovani che, sino allo scorso campionato militavano nelle formazioni giovanili della squadra romana, contrapposti, invece, ad un gruppo più anziano, ed esperto del massimo campionato italiano. Il punteggio – che per chi conosce e segue il rugby, è e deve essere solo uno degli indicatori di valore di un team – non deve trarre in inganno: i giovani non hanno sfigurato ed hanno onorato l’impegno, combattendo su tutti i palloni fino alla fine dell’incontro. Giustificata la soddisfazione del mister, il quale non può che evidenziare gli aspetti positivi dell’esperienza. I ragazzi hanno assaggiato per la prima volta in assoluto il contatto con il livello più alto del rugby nazionale, dimostrando comunque, nonostante il passivo pesante alla fine del match, di avere grandi margini di crescita e di riuscire a competere in molte fasi della partita alla pari con una squadra che schierava gran parte dei titolari.

Due siciliani in Serie A Elite

Nella squadra romana erano presenti due ragazzi siciliani, cresciuti rugbisticamente a Messina e Catania, Antonio Broccio, classe 2004, messinese, cresciuto nelle fila della Rugby Lions Messina e Fosco Caruso, catanese, classe 2005, proveniente dalle giovanili del CUS Catania rugby. Antonio è uno studente di Giurisprudenza, Fosco studia Economia, entrambi nella capitale. Entrambi hanno lasciato la Sicilia giovanissimi, hanno completato le scuole superiori a Roma e lì hanno iniziato la loro carriera universitaria. Un piccolo pezzo di Sicilia che fa onore al movimento rugbistico siciliano.

Il tabellino

Vicenza, “Rugby Arena” – sabato 13 gennaio 2024
Serie A Elite Cup I giornata
Rangers Rugby Vicenza v Fiamme Oro Rugby 77-14 (mete 11-2)

Marcatorip.t. 3’ m Trambaiolo tr Bruniera (7-0); 10’ m Pontanari tr Bruniera (14-0); 13’ m O’Leary-Blade tr Bruniera (21-0); 15’ m Bruniera tr Bruniera (28-0); 17’ m O’Leary-Blade tr Bruniera (35-0); 40’ m O’Leary-Blade tr Bruniera (42-0); s.t. 52’ m Bellucci tr Pecorella (42-7); 59’ m Williams tr Bruniera (49-7); 60’ m Pontanari tr Bruniera (56-7); 66’ m Foroncelli tr Bruniera (63-7); 70’ m Lisciani tr Bruniera (70-7); 76’ m Casagrande tr Pecorella (70-14); 80’ m Pagano tr Bruniera (77-14).

Rangers Rugby Vicenza: Williams; Foroncelli, O’Leary-Blade, Lisciani, Poletto; Bruniera, Pozzobon (40’ Zanon); Trambaiolo (64’ Piantella), Peron, Tonello; Nicoli (40’ Gallinaro), Pontanari; Messina (40’ Pagano), Pretz (40’ Gutierrez), Lazzarotto (23’ Ceccato 71’ Lazzarotto). A disposizione: Mercerat, Sanchez-Valarolo.
AllAndrea Cavinato, Francesco Minto

Fiamme Oro Rugby: Lai; Castellucci, Camillo, Pecorella, Catalani (52’ Fascianelli); Fusari, Bertocci (40’ Casagrande); Hoxha (40’ Megna), Bellucci (71’ Pesaresi), Chianucci (71’ Bragalone); Biaggi (58’ Pacciani), Broccio; Caruso (66’ Buompadre), Bianchetti (61’ Orlandi), Mariottini.
All. Daniele Forcucci, Matteo Galluppi

Arb.: Alberto Favaro (VE)
AA1: F. Cusano AA2: M. Locatelli
Quarto uomo: B. Smussi

Cartellini: 50’ giallo Gallinaro (Rangers); 79’ giallo Lai (Fiamme Oro).
Calciatori: Bruniera (Rangers Vicenza) 11/11; Pecorella (Fiamme Oro) 2/2.

Note: giornata soleggiata ma fredda, terreno in ottime condizioni, 250 spettatori. Minuto di silenzio anche per l’ex presidente del Rugby Vicenza Leone Campana mancato in settimana.

No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...