E se vincesse Biden, sarebbe un problema diverso e, per certi aspetti, perfino più grave di quello di cui stanno parlando tutti in questi giorni. È un tema tabù che solo pochi opinionisti di sinistra hanno osato affrontare. Ed infatti, dopo la performance disastrosa di Biden in televisione nel duello con Donald Trump, tenutasi giovedì sera della scorsa settimana, il panico che si è diffuso tra i democratici ha avuto al suo centro il timore che, con quella manifestazione di incapacità, Biden abbia perso credibilità presso gli elettori e che, quindi, possa regalare la vittoria a Trump il 5 novembre prossimo.

Questo è stato il tema dominante. Anche le pressioni su Biden, da parte di tanti settori, affinché si ritiri, vertono prevalentemente sul rischio che lui regali una vittoria a Donald Trump. Ma in realtà c’è un’altro problema, perfino più grosso, che pochi osano affrontare.

Cosa succede se Biden vince? Come si fa a lasciare l’America in mano ad un uomo in quello stato? Come si può lasciare nelle mani di un anziano, che perde colpi giorno dopo giorno e che ha degli evidenti momenti di mancanza di lucidità, la potenza militare più grande del pianeta, arsenali nucleari, basi militari disseminate in quattro continenti? Il tema tabù che pochi in America osano affrontare in questi giorni, dopo il disastro e la debacle di Biden in televisione, non è tanto il rischio che Biden perda, ma quello che Biden vinca.

No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...